Il grande basket in piazza Savona

La migliore delle inaugurazioni ha aperto la stagione dell’Olimpo basket. Il torneo internazionale under 17 e l’amichevole tra Biella e Reggio Emilia di serie A sul campo olimpico messo a disposizione dalla Mondo in piazza Savona sono un buon viatico per la società albese. La prima squadra è chiamata, da domenica 23 settembre, alle 20.30, nel palazzetto di corso Langhe, contro il Saluzzo, ad affrontare il campionato di C2. Un torneo allestito dalla Federazione con una formula atipica e cervellotica: 17 squadre (sic!) in un girone unico; play-off e play-out a svolgimento variabile a seconda che dalla C nazionale retrocedano o no piemontesi. Ma le finali saranno condizionate anche dalla classifica della prima fase: se la prima staccherà le inseguitrici di almeno sei punti avrà una promozione diretta.

La squadra allenata per il secondo anno da Luca Jacomuzzi si presenta ben attrezzata. Alla rosa dell’anno passato si sono aggiunti Marco Negro a tempo pieno e l’astigiano Lorenzo dello Iacovo, play del 1996, del quale si dice un gran bene. Il reparto “piccoli” comprenderà Andrea Piano, il “folletto” Edwin Castillo, Edoardo Bergui. Guardie e ali saranno Niccolò Margheri, Davide Zanelli, Damiano Francone; ala alta il “vecchio” Enrico Dellapiana, che comporrà il reparto lunghi con Paolo Gallo, Rocco Brando, Simone Negri. Quest’anno in panchina potranno sedere 12 giocatori e nelle file biancorosse giovani interessanti possono essere individuati in Alessandro Burello e altri dell’under 19, come Matteo Paglieri.

Al di là delle formule, quello che sta per iniziare si preannuncia come un campionato equilibrato e difficile, per la lunghezza, la forza di molte delle concorrenti, le difficoltà che possono derivare dal fatto di avere turni forzati di riposo, mentre le altre formazioni giocano regolarmente. Un assaggio dell’equilibrio si è avuto in Coppa Piemonte: l’Olimpo ha battuto in casa il Savigliano (65-58) e ha perso a Cuneo per 61-57. Ma si tratta di (quasi) amichevoli. Da domenica si fa sul serio.

Paolo Rastelli

[nggallery id=”59″]

Banner Gazzetta d'Alba