Sanità, i sindaci di Langhe e Roero chiedono l’Ospedale di Verduno e più risorse per l’Asl Cn2

Ospedale Verduno volo d'uccelloSANITÀ Nel corso dell’ultima riunione della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Cn2, svoltasi ad Alba lunedì 31 marzo, su proposta del sindaco di Sommariva del Bosco, Andrea Pedussia, è stata approvata all’unanimità la seguente mozione: «I Sindaci dell’Asl Cn2 ribadiscono fortemente la scelta strategica di costruire l’Ospedale unico di Verduno, in sostituzione dei due nosocomi di Alba e Bra, rafforzando quindi l’unità di intenti, la consapevolezza e la volontà territoriale di Alba, Bra, Langhe e Roero. Portare a termine al più presto la realizzazione dell’Ospedale di Verduno è obiettivo condiviso dai sindaci, che ritengono essenziale il completamento dell’opera per garantire buoni servizi ospedalieri ai cittadini della zona. 

Contestualmente i Sindaci chiedono con forza ai diversi soggetti della politica e dell’amministrazione regionale una efficace e determinata azione per equilibrare i finanziamenti regionali alle aziende sanitarie, con particolare attenzione alla situazione fortemente sperequata in cui si trova l’Asl Cn2, che continua ad avere una quota capitaria inspiegabilmente ridotta rispetto agli altri territori della Regione Piemonte e, conseguentemente, un tetto di spesa sul personale decisamente insufficiente rispetto alle funzioni assegnate all’Asl Cn2 dal Piano sanitario regionale».

Nell’incontro è inoltre emerso il “sotto finanziamento” assegnato all’Asl Cn2 rispetto ad altre omologhe aziende sanitarie sabaude.

Banner Gazzetta d'Alba