Occhi elettronici nei paesi del Barolo

SICUREZZA L’Unione dei Comuni “Colline di Langa e del Barolo” continua la sua attenta analisi per dissuadere i malviventi che, negli ultimi mesi, hanno compiuto numerosi furti nelle abitazioni. Al di là delle iniziative di alcune singole amministrazioni comunali che hanno installato “occhi elettronici” in alcune vie dei centri storici, si è deciso di agire in sinergia, e l’anno nuovo ha portato alla realizzazione di un progetto che interessa tutti i dieci Comuni.

videocamera

Spiega Il presidente dell’Unione, Franco Sampò: «Abbiamo visionato una prima bozza di progetto per il posizionamento e l’attivazione di circa 6-7 telecamere di sorveglianza per ogni paese. Stiamo chiedendo preventivi alle ditte specializzate per partire quanto prima con i lavori di installazione e posa. Le zone di posizionamento vengono concertate insieme alle Amministrazioni e ai comandi dei Carabinieri di Alba e Bra, che hanno competenza sul nostro territorio». Prosegue Sampò: «Abbiamo deciso di operare in questo modo per visionare chi entra e chi esce dai vari paesi lungo le zone che portano al centro abitato, così da evitare altri spiacevoli episodi di furti. Siamo fiduciosi che questo deterrente potrà dare l’effetto sperato. A nome dei colleghi sindaci ringrazio le forze dell’ordine che in questi mesi stanno collaborando con noi anche durante gli incontri con i cittadini sulla tematica della microcriminalità».

Livio Oggero

Banner Gazzetta d'Alba