Celebrazioni in onore di san Giuseppe Benedetto Cottolengo

BRA I fedeli braidesi, le religiose cottolenghine, i volontari e gli ospiti della Piccola casa si preparano a festeggiare solennemente la ricorrenza liturgica di san Giuseppe Benedetto Cottolengo (Bra 1796-Chieri 1842), patrono di Bra insieme alla Madonna dei fiori. Un “gigante della carità” che Bra ha visto nascere nella casa affacciata sull’Ala, adiacente alla chiesa dei Battuti bianchi.

Giuseppe_Benedetto_Cottolengo
Nello spirito del fondatore in città operano le suore della Piccola casa della divina provvidenza, nel moderno edificio di via Fratelli Carando, conosciuto da tutti come “il Cottolengo”. Una realtà, quella delle suore cottolenghine, presente anche nell’area della Rocca, nella casa natale del santo, restaurata circa dieci anni fa e che oggi ospita un museo dedicato alla famiglia Cottolengo.
Nella chiesa di Sant’Andrea apostolo sarà celebrata una Messa solenne venerdì 29 aprile, alle 21, voluta dalle parrocchie dell’Unità pastorale 50 e presieduta dal vescovo di Alba, monsignor Marco Brunetti.
La Piccola casa della divina provvidenza di via Fratelli Carando ospiterà invece il triduo nei giorni 27, 28 e 29 aprile, alle 16, e sabato 30 aprile una Messa alle 9.30.
Domenica 15 maggio, alle 21, nella chiesa della Santissima Trinità (Battuti bianchi) si svolgerà invece un concerto corale in onore del santo Cottolengo.
Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba