Revocato lo sciopero della raccolta rifiuti

Alba, rifiuti presso le campane del vetro

RIFIUTI Proclamato, posticipato ed infine annullato: lo sciopero della raccolta dei rifiuti previsto per l’11 e 12 luglio e poi posticipato al 13 e 14 luglio, non ci sarà. Tirano un sospiro di sollievo gli operatori del settore, dopo l’accordo trovato, nella serata di domenica, tra sindacati con Utilitalia, in particolare riguardo agli aumenti e alla tutela dei posti di lavoro, appalti, flessibilità e sicurezza.

Cosa è successo? In sostanza sono state accettate le richieste dei sindacati: aumenti nel triennio 2016-2019 fino a 90 euro, più 30 relativi al welfare. In cambio è passato l’aumento di otto ore in più al mese, arrivando a 38 ore alla settimana invece delle attuali 36. Il lavoro domenicale diventa ordinario e non più straordinario, su base volontaria, un fatto che in pratica porterà al 60% l’operatività aziendale nei festivi che finora era al 30%.

Da parte dei sindacati sono scattate maggiori tutele per gli accordi esterni, per le integrazioni e i cambi d’azienda e nel caso di licenziamento individuale sarà il giudice se reintegrare il lavoratore o no: il jobs act in questo caso non sarà attuato. Aumentano le garanzie sulla sicurezza dei luoghi di lavoro con maggiore tutela per le malattie e per gli inidonei al lavoro con pensionamenti anticipati. Al contempo scatta invece la caccia ai furbetti delle piccole assenze del lunedì o venerdì: ci saranno sanzioni sullo stipendio.

Bra Servizi non avrebbe scioperato

Nel caso in cui lo sciopero si fosse tenuto non ci sarebbero stati disagi nei comuni in cui opera Bra Servizi. Lo ha comunicato in una nota il patron del gruppo, Giuseppe Piumatti, che ha spiegato: «Esprimiamo vicinanza alle proteste dei lavoratori che rivendicano loro diritti, ma ci tengo a ringraziare i nostri collaboratori che quotidianamente si impegnano nei servizi ai cittadini. Operatori che mai hanno scioperato nella storia dell’azienda, segno della bontà del welfare in Bra Servizi». Bra Servizi opera, in Ati con De Vizia e Coplat,  nei comuni di Langhe e Roero facenti parte del Coabser.

 

Banner Gazzetta d'Alba