La parrocchia di Sant’Andrea celebra la sua festa ma non dimentica la solidarietà

La parrocchia di Sant’Andrea celebra la sua festa ma non dimentica la solidarietà

BRA È festa per una delle comunità ecclesiali della città, Sant’Andrea, che si prepara in questi giorni a celebrare il suo patrono. Una parrocchia il cui territorio spazia dal centro cittadino, attraverso l’attivo quartiere di Bescurone, fino alle frazioni rurali di Riva e di Casa del Bosco.
Di questa importante realtà ecclesiale è parroco dal 24 settembre 2011 don Giorgio Garrone, che è anche moderatore dell’Unità pastorale 50 (Bra-Sanfrè).
I festeggiamenti inizieranno sabato 26 novembre, alle 20, nell’ex cinema di Sant’Andrea in via Barbacana. È in programma una cena per raccogliere fondi da destinare alla solidarietà, a base di pasta all’amatriciana e molto altro (10 euro) con prenotazioni presso l’ufficio parrocchiale.

Anniversari di matrimonio

Domenica 27 nella Messa delle 11 saranno ricordati gli anniversari di matrimonio. Le coppie che desiderano il ricordo del loro sposalizio possono lasciare il nominativo all’ufficio parrocchiale. Seguirà un aperitivo nei locali dell’oratorio.
Mercoledì 30, festa liturgica di sant’Andrea, sono previste le Messe alle 8.30 e alle 18.30 nella parrocchiale. Alle 21 nell’auditorium Giovanni Arpino vi sarà la proiezione del film Al di qua. Il regista Corrado Franco ci porta nella quotidianità dei senzatetto torinesi, che in questo film interpretano loro stessi, mettendo in scena una vita più accidentata, intensa e drammatica di qualsiasi fiction e un’emergenza sociale che la crisi degli ultimi anni ha purtroppo ulteriormente acuito. Al termine della proiezione vi sarà la testimonianza di alcuni fra gli attori principali e di don Gianpaolo Pauletto, ideatore del laboratorio artistico Materiali di scarto, a cui si è ispirato il film.

li.fe.

Banner Gazzetta d'Alba