Ultime notizie

Più alle attività, meno alle ristrutturazioni

FINANZIAMENTI «Abbiamo deciso di azzerare, per adesso, i fondi da destinare alle ristrutturazioni, ma di mantenere quelli per le attività sportive o sociali. Perché lo sport aiuta i ragazzi a crescere e li allontana da pericoli e cattive compagnie». Così Donatella Vigna, presidente della fondazione Cassa di risparmio di Bra, commentando i contributi assegnati alle tante associazioni ed enti che operano sul territorio e che hanno presentato richiesta di contributo per le loro attività. Contributi che ammontano a quasi 400 mila euro. Il regolamento della fondazione prevede che le richieste pervenute entro settembre vengano valutate entro il 31 dicembre dello stesso anno di presentazione. I fondi sono stati destinati a Bra e al territorio di riferimento (Baldissero, Ceresole, Sanfrè, Santa Vittoria e Sommariva Perno). Aggiunge la presidente Vigna: «Una cifra importante quella che abbiamo deliberato, capace di soddisfare le necessità del territorio a favore di progetti e iniziative nei settori dell’arte e della cultura, dell’educazione, della sanità, dello sviluppo locale, del volontariato, dell’attività sportiva, che sostengono la crescita e la formazione giovanile, che operano a tutela e a difesa dell’ambiente, nell’ambito della Protezione civile e in aiuto a soggetti affetti da patologie o disturbi psichici». Scorrendo la lista delle erogazioni si nota come 100.000 euro sono stati assegnati, con un intervento biennale, alla riqualificazione urbana e alla valorizzazione di piazza Carlo Alberto e della piazzetta dell’ospedale, quasi 40.000 euro finalizzati alla sostituzione dei portoni della caserma dei Vigili del fuoco. E poi 45.000 euro sono andati ai settori “educazione, istruzione e formazione giovanile” per postazioni informatiche nella Direzione didattica del primo Circolo, lavagne interattive multimediali (Lim) nelle scuole cittadine (Liceo scientifico, linguistico e classico di Bra e istituto comprensivo Carlo Bertero di Santa Vittoria), per la dotazione del registro elettronico in classe all’istituto Guala, oltre che per l’acquisto di attrezzature grafiche presso l’istituto Velso Mucci di Bra. Sono stati 75.000 gli euro finalizzati all’acquisto di attrezzature nel nuovo Centro di medicina e traumatologia dello sport, 25 mila euro per il premio Terzani, 30.000 elargiti ai centri di pronta accoglienza, alle infermiere volontarie che svolgono attività presso la Cri, e ai volontari che operano con il gruppo Sportiamo. Aggiunge Donatella Vigna: «Quasi 30 mila euro sono stati destinati all’attività sportiva, settore che, attraverso la pratica sportiva nelle diverse discipline del basket, della pallavolo, del calcio, dell’hockey su prato e del twirling, hanno raggiunto anche ambiziosi traguardi a livello nazionale. Senza dimenticare gli 80 mila euro per la cultura (Istituto storico, Bra cinetica, e Sistema museale cittadino)».

v.m.

Banner Gazzetta d'Alba