Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Alba: “Cocito”, una vocazione sempre più scientifica

SCUOLA Mercoledì 29 gennaio gli studenti di quarta e quinta del liceo scientifico “Cocito”, insieme ad alcuni insegnanti, hanno incontrato Andrea Veglio, docente di informatica al “Cocito” e ricercatore emerito in biofisica all’istituto “Pasteur” di Parigi. «L’iniziativa (il cui video sarà disponibile sul canale YouTube della scuola, accessibile da www.liceococito.it, nda) ha consentito agli alunni di comprendere che cosa significhi essere ricercatori oggi e la necessità, anche attraverso un buon apprendimento della lingua inglese e della matematica, di acquisire una mentalità aperta», commenta il preside Bruno Gabetti, aggiungendo: «Il “Cocito”, attraverso gli approfondimenti sulle biotecnologie e costanti rapporti con realtà di ricerca e universitarie, cerca di far crescere nei propri studenti il desiderio di migliorare la propria conoscenza delle materie scientifiche e i dati pubblicati sul portale nazionale “Scuola in chiaro” confermano che il percorso intrapreso è giusto. I neodiplomati dello Scientifico albese, infatti, dopo le superiori, scelgono per oltre il 50 per cento facoltà scientifiche contro una media nazionale degli altri licei scientifici italiani del 30 per cento circa. Anche la qualità dell’offerta formativa del “Cocito” sembra essere adeguata, come testimoniano i brillanti voti ottenuti dai nostri ex studenti nei test di ammissione e negli esami universitari».