Tribunale di Alba: arriva una doccia gelata

ALBA.  Tutto e il contrario di tutto. La battaglia per la sopravvivenza del Tribunale di Alba fa registrare rapidi capovolgimenti di fronte. Infatti, proprio mentre sotto le torri si andavano diffondendo barlumi di speranza sul futuro del Palazzo di giustizia di piazza Medford, è arrivata la doccia gelata: lunedì mattina il Presidente del Tribunale di Asti ha firmato un decreto che sancisce la chiusura definitiva del Tribunale albese, con il conseguente trasferimento ad Asti delle residue cause civili arretrate a far data dal 17 febbraio.

E dire che proprio la settimana scorsa i parlamentari albesi Mariano Rabino e Giovanni Monchiero, al termine di un incontro svoltosi a Roma con il Ministro della giustizia, presente anche la senatrice Stefania Giannini, segretario nazionale di Scelta civica, avevano rivelato che la Cancellieri si era impegnata ad approvare a breve un decreto correttivo a che avrebbe dovuto restituire al Tribunale di Alba piena autonomia per quanto riguarda il solo settore civile per un periodo di 5 anni.

Tutti i particolari della vicenda sul numero di Gazzetta in uscita domani.

ro.bu.