A Roma si cercano risorse per salvare la ferrovia Cuneo-Nizza

VIABILITÀ «Confermo la volontà di perseguire l’obiettivo e il reperimento delle risorse nelle economie dei finanziamenti del decreto del fare». Così, in Commissione trasporti al Senato, il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi ha risposto alla domanda del senatore democratico Stefano Esposito che gli chiedeva un aggiornamento sull’iter dei finanziamenti per la Cuneo-Nizza, fondamentali per il mantenimento dell’operatività del collegamento ferroviario.

Per quanto riguarda l’attesa risposta alla proposta della Regione Piemonte, relativa all’utilizzo di treni attualmente impegnati verso Genova per ripristinare le corse sulla Cuneo-Nizza, Lupi ha confermato che l’impegno a un prossimo incontro di aggiornamento sulla questione è subordinato alla risposta di Trenitalia. «Le affermazioni del Ministro delle Infrastrutture», commenta la senatrice cuneese Patrizia Manassero, «seppur non decisive indicano una volontà, ribadita, di lavorare per giungere allo stanziamento economico necessario alla messa in sicurezza della tratta. Ringrazio i senatori piemontesi Esposito e Borioli che in Commissione trasporti mantengono viva l’attenzione sulla questione. Ora attendiamo una parola definitiva per poter salvare questo importante collegamento internazionale».