L’Albese è in cerca di un presidente

CALCIO / ECCELLENZA

Assetto societario in via di definizione dopo le dimissioni di Rava. Confermato l’allenatore

L’Albese sta definendo il proprio assetto societario dopo le dimissioni del presidente Rava anticipate a Gazzetta al termine del campionato. I dirigenti stanno lavorando per trovare un successore a Rava: «Non c’è ancora nessun nome in ballo», spiega il direttore generale Ezio Grasso. «L’Albese è una società molto ambita; per questo prenderemo in considerazione solo una figura che voglia impegnarsi con entusiasmo e passione, che creda nel progetto e non prenda in mano la società solo a scopo di lucro».

Dopo la retrocessione si sono susseguite, come sempre, voci disparate e contrastanti sul futuro della società. Da quelle più pessimiste («È finito tutto, non si fa più niente»), a quelle più ottimistiche ( «L’Albese ha fatto domanda di ripescaggio in serie D»).

Con Ezio Grasso facciamo il punto sulla situazione: «L’iscrizione al campionato di eccellenza non è in discussione, anzi è sicura al 100 per 100. Stiamo definendo l’organigramma societario. È ritornato Saverio Roman nel ruolo di segretario al posto di Fabio Magliano che ha altri incarichi. Giancarlo Rosso è stato confermato allenatore. In settimana inizieremo a parlare con i giocatori della rosa, i nostri ragazzi saranno il punto di forza della squadra».

Lorenzo Marchisio