Gli ambulanti di Canale: «Non spostate il mercato in estate»

CANALE / 1. Gli ambulanti lamentano un calo del 40-60 per cento del volume di affari.
Al mercato si intrecciano storie e vite. Persone che mai si sono allontanate dalla sinistra Tanaro e altre che arrivano da Albania, Macedonia, Romania, Cina. Si cerca di lavorare, onestamente, e di risparmiare.
Alla notizia che il Comune ha indetto una gara d’appalto per migliorare le aree mercatali la soddisfazione si mischia alla preoccupazione. Almeno negli ambulanti.
Ad allarmarli sono la durata dei lavori e la possibilità che vengano avviati col bel tempo e che, durante la loro esecuzione, si debbano spostare i banchi. La voce è unanime. Elda, Enrico, Claudio, Antonella, Gianfranco, Donatella, Carmelo posizionano i loro banchi a Canale ogni martedì. Elda, la veterana, da 36 anni, Enrico, il più giovane, da 22. Tra la concorrenza cinese e quella dei supermercati, tutti segnalano un calo del volume di affari che va dal 40 al 60 per cento. E temono che lo spostamento dei banchi nei mesi estivi o autunnali, «quelli in cui si lavora meglio», li danneggi ancor di più. «Le prime 15 scarpe vendute non bastano a “pagarmi il giro”. A volte non ci arrivo nemmeno», afferma Carmelo, facendo il conto di plateatico, gasolio e costo del dipendente.
E se le signore che prendono il bus per Vezza chiedono di mettere un paio di panchine alla fermata «perché le borse pesano», i commercianti suggeriscono: «Cogliendo l’occasione dei lavori, si dia anche una sistemata ai tombini verso piazza Martiri. Ne hanno bisogno».

Valeria Pelle

Il 22 scadrà la gara per i lavori sulle aree mercatali

CANALE / 2. Il Comune ha indetto una gara mediante procedura aperta, per assegnare i lavori di riqualificazione delle aree mercatali in piazza Martiri della libertà e in piazza della Vittoria. L’intervento prevede la sostituzione delle pavimentazioni in asfalto delle due zone con pavimentazioni in pietra naturale, la modifica e l’arredo degli spazi circostanti il Monumento dedicato ai caduti, la dotazione di torrette a scomparsa per la fornitura di luce e acqua, l’integrazione di alberature e arredo urbano. L’importo dei lavori a base di gara è di 335.000 euro, di cui 172.380,40 euro soggetti a ribasso e il termine di consegna dei lavori è fissato in 150 giorni. Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12 di mercoledì 22 aprile all’Ufficio tecnico comunale, in piazza Italia 18, a Canale.

e.c.

Il sindaco Enrico Faccenda: «Ne parleremo dopo la Fiera del pesco»

Non si conoscono i tempi di esecuzione dei lavori sulle aree mercatali oggetto di gara. Il sindaco Enrico Faccenda però anticipa che l’avvio non sarà prima di settembre, anche per non intralciare lo svolgimento della Fiera del pesco di luglio. In merito alla nuova collocazione dei banchi durante i lavori, Faccenda dice che «non è stata ancora decisa una precisa sistemazione perché dipenderà anche dalla ditta che appalterà; lì ci sono tubature molto grandi, per cui bisognerà capire come verranno affrontati i lavori e se sarà possibile eseguirli tutti insieme o a tranche. Cercheremo di ridurre i tempi e i disagi per gli ambulanti, ai quali offriremo la possibilità
di scegliere tra due sistemazioni, che potrebbero essere piazza Castello e piazza Trento Trieste».

e.c.