Elezioni comunali: la sinistra si affida a Beppe Passarino

ASTI Ai candidati sindaci Angela Motta, Maurizio Rasero, Biagio Riccio e Massimo Cerruti si è aggiunto anche Beppe Passarino, candidato di Unitisipuò, gruppo che si è costituito in Consiglio comunale formato da Clemente Elis Aceto (Possibile) e Massimo Scognamiglio (A sinistra). Il nome di Beppe Passarino era stato proposto anche al tavolo con il Pd e altre sigle, ma il tentativo di ricostituire un’ampia coalizione è naufragato, con il Pd che ha scelto alla fine di puntare su Angela Motta dopo la rinuncia alla disponibilità a candidarsi di Beppe Rovera. Passarino sarà dunque il candidato della sinistra, collocazione rimarcata da una nota di Rifondazione comunista che lo appoggerà.

Il programma di Passarino poggia su tre piani: mettere il cittadino al centro, con azioni volte a riacquistare la sua fiducia e responsabilizzarlo nelle decisioni; agire sugli ambiti prioritari della città (lavoro, ambiente, sociale) e guardare al futuro con mobilità sostenibile, pianificazione urbanistica, recupero del patrimonio edilizio, agricoltura e vocazione turistica del Monferrato. «La nostra priorità è fare e dire cose diverse dagli altri», afferma Passarino.

Paolo Cavaglià