Gli interventi richiesti da Alba per migliorare la distribuzione dell’acqua

SERVIZI PUBBLICI / 2 Il Piano d’ambito, prima della valutazione delle osservazioni presentate dai Comuni dell’Ato 4, prevede investimenti nel territorio albese per 20,5 milioni di euro. A fare la parte del leone è la realizzazione della condotta Alba-Novello con un costo di 8,3 milioni di euro, prevista nel 2027.

Nuovo collettore fognario tra Alba e Monticello

Meno lontani nel tempo, invece: il completamento del nuovo collettore fognario (2,7 milioni di euro dal 2019 al 2021) tra Monticello e Alba, finanziato al 50 per cento dalla Regione Piemonte, e gli interventi per il recupero e il potenziamento della presa Miroglio per un totale di 2,8 milioni di euro entro il 2020. Poco più di un milione di euro sarà destinato al risanamento del collettore consortile nel tratto di corso Langhe. A completare il quadro le manutenzioni e i potenziamenti della rete in numerose zone della città, tra cui corso Nino Bixio e in zona San Cassiano.

Chiesti lavori per sei milioni e mezzo

Tutti i Comuni della provincia di Cuneo, corrispondente all’area di competenza dell’Ato 4, hanno presentato le osservazioni al Piano d’ambito  entro giovedì 28 dicembre. Tra questi anche Alba, che ha depositato sei osservazioni per un totale di interventi aggiuntivi richiesti di 6,5 milioni di euro. I primi due lavori sono relativi al 2020 e prevedono la sostituzione di parte della condotta in strada di Mezzo con una nuova tubatura con un diametro di 50 centimetri su un tratto di 400 metri per una spesa di 150mila euro e la realizzazione di una nuova condotta in strada Romano con posa di tubazione in Pvc su una lunghezza di 200 metri per una spesa di 70mila euro. Per il 2022 l’Amministrazione albese ha richiesto il potenziamento e la parziale sostituzione della rete idrica di distribuzione nelle zone collinari per un totale di due milioni di euro.

Condotte vetuste

Nel 2023 sarà necessaria necessaria la realizzazione di nuovi tratti di condotte fognarie in corso Piave per una lunghezza di 600 metri e un costo di mezzo milione. A seguire altri due interventi: la sostituzione di brevi tratti di condotte di diametri vari nelle vie cittadine per 300mila euro e la sostituzione di tratti di condotte vetuste nel centro storico, corso Nino Bixio, corso Fratelli Bandiera, via Pietro Ferrero, via Pieroni, corso Enotria, frazione Mussotto e via Francesco Crispi per un totale di 3 milioni di euro.

m.p.