Elezioni: la discesa in campo di Marco Perosino (Forza Italia)

ELEZIONI Il candidato di Forza Italia al Senato nel collegio uninominale della provincia di Cuneo Marco Perosino ha scelto il Roero per l’inizio della campagna elettorale. Una scelta che definisce benaugurale e che dà il via a una serie di incontri sul territorio.
In occasione di questo primo appuntamento, tenutosi giovedì 8 febbraio nella chiesa di San Giovanni a Canale, abbiamo incontrato il candidato per approfondire alcune tematiche legate al suo programma elettorale.
Qual è la sua posizione in relazione all’immigrazione?
«Penso che si debba abbandonare l’ipocrisia del politicamente corretto e ripristinare un equilibrio nel rispetto della dignità delle persone da accogliere, ma anche nel rispetto della dignità degli italiani. La nostra società può ospitare solo un certo numero di persone all’anno con possibilità di lavoro e integrazione, ma a condizione che vengano rispettate le regole e i diritti riconosciuti in questo Paese. Penso anche che la protezione umanitaria non possa essere riconosciuta in modo indiscriminato: i rifugiati vanno distinti dai migranti economici e gli irregolari devono essere espulsi».
Proseguiamo parlando di politiche del lavoro. Quali sono gli obiettivi legati a questo tema?
«È fondamentale restituire all’Italia competitività produttiva e fare in modo che per le aziende sia conveniente mantenere qui la produzione, creando le condizioni per attrarre investimenti dall’estero. Questo implica anche alleggerire l’eccesso di burocrazia, spesso il primo macigno a immobilizzare la crescita. Vanno poi definiti benefici fiscali e promosse iniziative di stimolo ai consumi, oltre alla necessità di investimenti importanti in infrastrutture».

Quali sono, invece, le sue proposte per il sostegno alle famiglie, Perosino?
«Va potenziata la conciliazione, perché questo significa non solo aiutare le famiglie a gestire la complessità della vita quotidiana, ma anche dare loro la possibilità di una doppia fonte di reddito. Non è pensabile che si debba essere obbligati a scegliere tra la famiglia e il lavoro. Inoltre vanno definiti anche maggiori sgravi fiscali, che siano accessibili in modo più facile ed equo».
Quali saranno i suoi prossimi appuntamenti?
«I due appuntamenti più importanti sono in programma martedì 20 febbraio alla bocciofila di Alba e venerdì 23 febbraio al ristorante Trifola bianca di Vezza. Questi saranno momenti conviviali, ma rappresenteranno anche l’occasione per confrontarci con i cittadini sui temi e le priorità che porteremo presto a Roma».
Alessia M. Alloesio