Ad Arguello nasce una banca senza denaro

Ad Arguello nasce una banca senza denaro
L'iniziativa è stata presentata in paese durante la festa patronale.

ARGUELLO Arguello avrà presto una banca. Lo ha annunciato nei giorni scorsi il sindaco Alessandro Fenocchio destando immediatamente stupore, dato che il paese del cuculo conta su appena 200 abitanti. La sorpresa cresce quando si scopre che non si tratterà di uno sportello dove depositare capitali, ma di un luogo, sia fisico che virtuale, in cui raggruppare il patrimonio culturale e documentale del territorio.

La “Banca dell’identità e della memoria dell’alta Langa” è un progetto ancora in fase iniziale, per il quale il Comune ha chiesto un finanziamento alla fondazione Crc. L’annuncio era già stato dato dal sindaco Fenocchio durante i festeggiamenti patronali, nell’incontro “Voci e storie delle colline”, organizzato nell’ambito del progetto “Gps-orientamento e sostegno alla terza età in alta Langa” promosso dal Consorzio socio-assistenziale Alba Langhe Roero, in collaborazione con L’arvangia. «Durante il mio lavoro per la tesi di laurea ebbi modo di intervistare molte persone sul tema del simbolico-immaginario, ovvero le storie delle masche, le favole in dialetto e altre tradizioni. Questi racconti ci forniscono moltissime informazioni sul territorio: il folclore è una delle varie chiavi di lettura dell’alta Langa non soltanto in senso architettonico e paesaggistico, ma anche artistico, letterario e psicoanalitico. Il mio lavoro sarà sicuramente depositato nella nuova banca», ha detto il sindaco.

Si partirà con la ricerca e la raccolta del materiale esistente, in collaborazione con volontari e associazioni presenti nell’area. Poi, si passerà alla catalogazione, all’archiviazione, alla promozione e alla divulgazione. Il professor Beppe Fenocchio donerà video-interviste delle testimonianze legate alla vita contadina, alla guerra e alle tradizioni. Chiunque abbia documenti, pubblicazioni, studi sulla storia, la cultura e le tradizioni dell’alta Langa potrà incrementare il patrimonio della “Banca dell’identità e della memoria dell’alta Langa” facendo riferimento al Comune di Arguello.

La banca avrà una sede fisica nel territorio comunale, ma sarà messa a disposizione anche in cloud, cioè in uno spazio virtuale on-line.

Giorgia Barile

Banner Gazzetta d'Alba