Piana Biglini sembra ostaggio della strada statale 231

ALBA  Nella serata di mercoledì 27 febbraio si è svolta, nel salone parrocchiale, la riunione del quartiere Piana Biglini aperta alla popolazione. Il presidente Silvio Biglino ha presentato alcuni lavori che saranno svolti nella borgata.
«Dagli uffici comunali abbiamo avuto novità in merito all’ampliamento del cimitero della frazione», spiega il presidente, che poi prosegue: «Il progetto prevede la realizzazione di 42 nuovi loculi. Si sta, inoltre, valutando la possibilità di realizzare i servizi igienici e dotare i loculi per la conservazione delle urne cinerarie di una copertura per ripararli dalla pioggia».
Il presidente prosegue: «Gli uffici hanno anche preso in considerazione la possibilità di installare lampeggianti nei pressi della rotonda della strada statale 231, al momento poco visibile. Abbiamo, inoltre, chiesto di ridisegnare la segnaletica orizzontale e installare nuovi cartelli, più evidenti, alle fermate del bus situate sulla statale, ma per questi interventi, ci hanno confermato dal Comune, è necessario ricevere l’approvazione dell’Anas che è proprietaria della strada».
L’incontro è proseguito con la discussione dei lavori di realizzazione di due tratti di marciapiede situati sempre sulla statale tra Alba e Bra. «I camminamenti mancanti saranno situati nella zona del mobilificio Ruatasio e al confine con il Comune di Monticello» spiega Biglino ma, anche in questo caso, si aspetta l’approvazione Anas.

La risposta a questo “desiderio” dei frazionisti arriva dall’assessore ai lavori pubblici Alberto Gatto: «I marciapiedi sono situati sul sedimento di proprietà dell’Anas e, per questo, dobbiamo attendere l’approvazione per poter dare il via all’intervento; comunque siamo in fase di appalto e prevediamo che l’intervento possa già iniziare nei prossimi mesi».

a.m.a.