Dai punti panoramici si ammirano le rocche del Roero

Dai punti panoramici si ammirano le rocche del Roero
Un'immagine aerea del belvedere di Vezza.

PAESAGGIO La Compagnia di San Paolo ha emesso nel 2017 un bando per la valorizzazione a rete delle risorse culturali urbane e territoriali. Il relativo protocollo d’intesa era stato firmato da diversi Comuni del Roero e prevedeva l’istituzione di alcuni punti panoramici affacciati sul paesaggio delle rocche. I Comuni coinvolti nel progetto “Uno sguardo sul Roero. La valorizzazione a rete dei belvedere nei centri storici” sono: Santo Stefano Roero, Ceresole, Montaldo, Pocapaglia, Santa Vittoria, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Vezza.

Pocapaglia ha scelto di valorizzare tre punti panoramici. Il primo intervento è stato realizzato nella zona di Pian del forno e del camminamento di accesso all’area della masca Micilina. Il punto panoramico è stato ricostruito tramite l’inserimento di un marciapiede di terra rinforzata e l’acciottolato è stato sostituito da asfalto. Il secondo intervento (in corso d’opera) è antistante la chiesa di Sant’Agostino, con un tronco di castagno divenuto una vera e propria opera d’arte. Nell’area verranno collocate anche delle panchine. L’ultimo sito da valorizzare è dietro il campo sportivo.

A Vezza, nei giorni scorsi sono stati collocati i pannelli turistici. Le azioni avviate non si sviluppano direttamente nella zona delle rocche, ma sono concentrate su luoghi dai quali è possibile fruire del paesaggio delle rocche. Tra i punti panoramici coinvolti c’è il belvedere, dove sono stati realizzati interventi nel cortile del palazzo comunale e della biblioteca civica.

L’area, già provvista di un marciapiede in pietra di Luserna, era sterrata e inghiaiata, di difficile percorribilità da parte dei disabili. I lavori, predisposti dallo studio Musso di Piozzo, hanno visto lo sbancamento del terreno per livellarlo, la posa di una nuova pavimentazione e di una ringhiera.

Cecilia Flocco, Francesca Gerbi

Banner Gazzetta d'Alba