Morte improvvisa per Silvia Mano, cuoca della casa di riposo Cottolengo di Bra

BRA Da 15 anni lavorava come cuoca alla casa di riposo Cottolengo di via Fratelli Carando a Bra. Silvia Mano (56 anni) è morta nella notte di sabato, colpita da aneurisma. La donna, che viveva con la mamma Valeria e la sorella Anna Maria, è deceduta otto giorni dopo il papà Gioachino, che era stato colpito da infarto mentre si trovava al bar con gli amici.

Silvia Mano

La cuoca, che aveva trascorso la giornata al lavoro, ha cenato con i famigliari e poi è andata a letto. Quando l’ha raggiunta la sorella Anna Maria, ha scoperto che Silvia era spirata, colpita da aneurisma.

Silvia Mano lascia la mamma Valeria, le sorelle Anna Maria e Ivana e il marito Sergio. Stasera (lunedì 6 gennaio) alle 18 verrà recitato il rosario, alla casa del Commiato di via don Orione; il funerale sarà celebrato domani pomeriggio alle 15, nel santuario della Madonna dei fiori.

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba