Terremoto in Piemonte, a Neive verifica degli edifici scolastici

«Stamane in seguito alla scossa di terremoto avvenuta nel nostro territorio, l’Amministrazione con un tecnico comunale ha visionato gli edifici scolastici: scuola dell’infanzia, primaria e secondaria. Non sono stati riscontrati problemi evidenti». È il messaggio pubblicato pochi minuti fa dal Comune di Neive sul proprio proprio profilo istituzionale Facebook.

Abbiamo contattato Francesco Bordino, vicesindaco di Neive, nonché caposquadra del distaccamento dei Vigili del fuoco di Alba, per fare il punto della situazione a qualche ora di distanza dal terremoto che si è verificato alle 6.22 di domenica 19 gennaio nelle Langhe, con epicentro proprio a Neive. Le sue parole: «Non abbiamo, al momento, segnalazioni di danni a cose né di persone ferite: per non creare allarmismi, considerata la situazione sotto controllo, si è deciso di non dare attuazione al piano di emergenza comunale».

Prosegue Bordino: «Il terremoto è stato avvertito da molti in paese. Mi sono subito messo in contatto con la caserma dei Vigili del fuoco per avere indicazioni: le chiamate arrivate al centralino e al comando provinciale, fortunatamente, provenivano da persone che necessitavano esclusivamente di informazioni e rassicurazioni e non di soccorso. Continuiamo a monitorare la situazione, pronti ovviamente a informare la cittadinanza in caso di necessità. Al momento, non abbiamo in programma altri sopralluoghi, se non su precisa richiesta dei cittadini».

Davide Gallesio