Addio a Ezio Bosso, un grande musicista molte volte nell’Albese

MUSICA È morto Ezio Bosso, pianista e compositore di fama: in molti ricorderanno la sua partecipazione, davvero memorabile, al festival di Sanremo del 2016. Di origine torinese, Bosso era di casa anche in Langa e Roero. L’ultima volta è stato a Bra, il 19 dicembre, per il Premio gratitudine della fondazione Nuovo ospedale di Alba e Bra, assegnatogli perché, citiamo la motivazione, «ha saputo fare della musica un rivoluzionario strumento terapeutico, avvicinando il pubblico alla bellezza e all’armonia». Nato nel 1971, Bosso si è avvicinato al pianoforte fin da bambino, per poi iniziare a soli 16 anni la carriera da solista nei più importanti teatri europei. A fianco dell’attività di musicista, si è affermato negli anni anche come compositore, basti pensare a The 12th room, il suo primo album da solista, da cui è tratto il brano Following a bird, con il quale incantò il pubblico del festival sanremese. L’anno scorso aveva annunciato di non poter più proseguire con i concerti dal vivo a causa della malattia degenerativa che lo ha colpito; era direttore artistico della Europe philharmonic orchestra.