Festeggiati i sessanta anni di ordinazione di don Adolfo Ferrero e don Piero Gallo

BRA Due sacerdoti, due missionari,  due amici, che si conoscono fin da quando erano bambini domenica 27 giugno celebrano il loro 60° anniversario di ordinazione sacerdotale avvenuta il 29 giugno 1961, eccezionalmente a Cavallermaggiore da monsignor Giuseppe Garneri, vescovo di Susa, e concittadino.

Che cosa accomuna don Adolfo Ferrero, da tre anni a Bra alla casa del clero Beato Valfrè e don Piero Gallo? Tante cose. Nati entrambi nel 1937 a Cavallermaggiore i due si conoscono fin dall’infanzia. Li accomuna anche la missione in Kenia fidei donum, la cordialità, l’empatia con i fedeli e con la gente.

Bra e Cavallermaggiore li hanno festeggiati con grande solennità. Prima, sabato 26 giugno durante la Messa delle 17.30 al santuario della Madonna dei fiori, don Adolfo Ferrero è stato festeggiato, nel luogo che ormai vive ed opera da tre anni. Poi la grande festa di Cavallermaggiore ai suoi due sacerdoti ricordati nella Messa che hanno concelebrato con il parroco don Beppe Brunato, nella chiesa di Santa Maria della Pieve.

I fedeli, il sindaco Davide Sannazzaro si sono stretti attorno ai due sacerdoti festeggiati. Il sindaco e il parroco don Brunato hanno ringraziato i due sacerdoti per il lavoro che ancora svolgono in città. Parenti, amici hanno proseguito nel cortile dell’oratorio un breve momento di saluto e di festa per i due sacerdoti. Don Ferrero ha ricordato nell’omelia i momenti in cui erano prostrati a terra e stavano per ricevere il sacerdozio, don Gallo, al termine della Messa ha voluto raccontare alcuni momenti della sua vita sacerdotale. In entrambi si è colto quanto a sessant’anni di distanza dall’ordinazione abbiamo ancora lo stesso entusiasmo di allora. Il parroco don Brunato ha donato ai due sacerdoti una cornice dove poter mettere la foto per ricordare questo evento di giubileo sacerdotale. Ad multos anno don Adolfo e don Piero!

Lino Ferrero