Il Bagna cauda day 2021 coinvolgerà 130 locali in Italia, Cina, Germania e Giappone

Il Bagna cauda day 2021 coinvolgerà 130 locali in Italia, Cina, Germania e Giappone

ASTI Le candeline sotto migliaia di fujòt si accenderanno tutte insieme nel week-end di venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 novembre, con replica dal 3 al 5 dicembre, per la nona edizione del Bagna cauda day. Quest’anno tutti i bagnacaudisti che andranno nei locali aderenti, riceveranno in omaggio il bavagliolone in stoffa con il motto «Quarta dose!», firmato da Sergio Ponchione. L’evento è promosso dall’associazione culturale Astigiani e coinvolge molte migliaia di appassionati. La formula non cambia: sono coinvolti 130 locali tra ristoranti, cantine storiche e agriturismi in Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia. Adesioni sono arrivate anche dall’estero: in Cina celebreranno il Bagna cauda day i piemontesi che lavorano a Shanghai, a Berlino aderisce una giovane cuoca di Verbania nel suo  ristorante, mentre in Giappone sarà uno chef con lunga gavetta in Piemonte, Seiichi Kobayashi, di Wakayama, a proporla. Per sapere quali sono i locali che aderiscono all’originale formula è sufficiente andare sul sito www.bagnacaudaday.it. Il prezzo di riferimento del piatto in tutti i locali sarà di 25 euro. La bagna cauda potrà essere proposta in varie versioni segnalate da un semaforo: Come dio comanda (rosso), eretica (giallo) o atea senz’aglio (verde). Previsto anche il finale in gloria con tartufo. Il vino è proposto al prezzo di 12 euro a bottiglia.

Il Bagna cauda day 2021 coinvolgerà 130 locali in Italia, Cina, Germania e Giappone 1
Il disegnatore Sergio Ponchione con il bavagliolone “Quarta dose!”.

Al Bagna Cauda Day aderiscono quest’anno anche la Coldiretti che ospiterà il mercatino dei prodotti per la Bagna cauda nella sede di Campagna amica di corso Alessandria ad Asti e lancia il Bagna box spendibile in tutt’Italia e la Cia (Agricoltori italiani) che avrà il suo Agrivan nel centro di Asti con assaggi di bagna cauda, proposti in versione street food, in collaborazione con gli studenti dell’istituto Agrario di Asti.

Quest’anno il Bagna cauda day contribuirà a finanziare la nascita del bosco degli astigiani sulle colline di Viatosto su un terreno di oltre 5 ettari messo a disposizione del Comune di Asti dalla Banca d’Asti.

Banner Gazzetta d'Alba