Ultime notizie

Protezione civile: oltre 220mila euro a 29 gruppi cuneesi e 76mila euro a nove gruppi astigiani

Il presidente Cirio e l’assessore Gabusi su lavori del tunnel del tenda

TORINO Il 2023 si chiude con una notizia positiva per la Protezione civile del Piemonte: la Regione, infatti, ha destinato ulteriori 800mila euro per potenziare le risorse di oltre 100 gruppi di volontari. Questo finanziamento, proveniente dalla seconda annualità del bando 2022 dell’assessorato alla Protezione civile, consentirà ai gruppi del coordinamento regionale e a quelli comunali di migliorare le dotazioni di attrezzature, mezzi, motopompe e motoseghe, garantendo maggiore efficienza nella gestione delle emergenze. Sono 107 i gruppi e le associazioni beneficiarie su tutto il territorio piemontese: 13 in provincia di Alessandria, nove in provincia di Asti, uno in provincia di Biella (Cavaglià), 29 in provincia di Cuneo, due a Novara, 39 in provincia di Torino, dieci nel Verbano-Cusio-Ossola, quattro in provincia di Vercelli.

PROVINCIA DI CUNEO (220.161 euro):
– Gruppo comunale di Bagnasco 5.650 euro,
– Gruppo comunale di Camerana 8.652 euro,
– Gruppo comunale di Cavallermaggiore 7.480 euro,
– Gruppo comunale di Clavesana 15mila euro,
– Gruppo comunale di Cuneo 2.250 euro,
– Gruppo comunale di Diano d’Alba 15mila euro,
– Gruppo comunale di Faule 5.312 euro,
– Gruppo comunale di Govone 6.153 euro,
– Gruppo comunale di Marsaglia 10.115 euro,
– Gruppo comunale di Neive 15mila euro,
– Gruppo comunale di Nucetto 12mila euro,
– Gruppo comunale di Piozzo ottomila euro,
– Gruppo comunale di Priocca 5.280 euro,
– Gruppo comunale di Santa Vittoria d’Alba 8.312 euro,
– Gruppo intercomunale dell’Unione dei Comuni Terre della Pianura 6.193 euro,
– Gruppo comunale di Torre Mondovì 8.475 euro,
– Gruppo comunale di Trezzo Tinella 4.878 euro,
– Squadra Aib e Pc di Bra Odv 3.834 euro,
– Gruppo volontari di Protezione civile Città di Busca Odv 7.300 euro,
– Squadra Aib e Pc di Castino Odv 3.040 euro,
– Associazione Protezione civile Ceresole d’Alba Odv 5.709 euro,
– Squadra Aib e Pc di Chiusa Pesio 8.674 euro,
– Protezione civile di Corneliano d’Alba Odv 4.092 euro,
– Squadra Aib e Pc di Demonte Odv 6.043 euro,
– Croce Rossa Italiana Comitato di Dronero Odv 2.356 euro,
– Croce Rossa Italiana Comitato di Monesiglio seimila euro,
– Gruppo civico Protezione civile di Monticello d’Alba 9.663 euro,
– Gruppo Volontari di Protezione civile di Novello Odv 15mila euro,
– Squadra Aib e Pc di Sanfront Odv 4.700 euro.

PROVINCIA DI ASTI (76.215 euro):
– Gruppo comunale di Bubbio 2.080 euro,
– Gruppo comunale di Monastero Bormida 12mila euro,
– Gruppo comunale di Montabone 4.320 euro,
– Gruppo comunale di Rocchetta Tanaro 8.815 euro,
– Gruppo comunale di Villafranca d’asti 7.500 euro,
– Gruppo volontari di Protezione civile di Canelli 14.500 euro,
– Asti Eagle Security Odv ottomila euro,
– Nucleo Protezione civile di San Damiano d’asti quattromila euro,
– Squadra Aib e Protezione civile di Vesime e Roccaverano 15mila euro.

Il governatore Alberto Cirio: «Il Piemonte si distingue nelle emergenze grazie a questa preziosa squadra di volontari. In anni segnati da sfide straordinarie e uniche, come quelle passate come il Covid e la siccità, la disponibilità e la capacità operativa del nostro sistema di Protezione civile non sono mai venute meno. Queste risorse sono cruciali per continuare a migliorare e mantenere efficiente la strumentazione a disposizione dei gruppi». L’assessore alla Protezione civile Marco Gabusi: «Le emergenze degli ultimi anni ci hanno posto di fronte a sfide senza precedenti. Tramite questo finanziamento intendiamo fornire ai gruppi di volontari le risorse necessarie, come nuove divise, dispositivi di protezione individuale all’avanguardia, mezzi essenziali come motopompe e motoseghe. Questo contributo è un passo significativo per potenziare la preparazione e la prontezza dei nostri volontari nella gestione delle situazioni di emergenza».

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba