Materna “Montecatini”: istituito un tavolo tecnico

L’assemblea di mercoledì scorso, organizzata dalle docenti della scuola materna Montecatini (nel quartiere Oltreferrovia) è stata molto partecipata e animata. Le docenti, insieme ai genitori e a molti residenti del quartiere, si stanno battendo per la difesa di un’ampia porzione di cortile che dovrebbe essere sacrificata per la realizzazione di una strada, lungo la ferrovia.

Gli oltre ottanta partecipanti si sono confrontati con il sindaco Bruna Sibille (accompagnata da assessori e tecnici) e con la dirigente scolastica Silvana Manna. Spiega proprio la Dirigente: «La scuola non è favorevole all’ipotesi di questa strada che, passando lungo il refettorio e il dormitorio, crea sicuramente dei problemi per la gestione dei nostri piccoli allievi. Il Consiglio di Circolo e il Collegio docenti hanno espresso il loro dissenso, ma purtroppo noi non possiamo cambiare le delibere comunali. Auspico comunque che si arrivi a una soluzione la più condivisa possibile, che rappresenti anche il “male minore” di una questione complessa e datata».

Aggiunge una docente: «L’obiettivo da perseguire nell’immediato è quello del mantenimento di tutto il verde possibile, in stretta collaborazione con la scuola, che dal 2001 a oggi ha presentato alla Regione Piemonte, nell’ambito del progetto Infea (Iniziative di educazione ambientale), ben quattro percorsi di educazione ambientale».

Replica il sindaco Sibille: «La concessione edilizia rilasciata nel 2007 prevede che si costruisca questa strada, per servire i futuri residenti del condominio previsto dal Piano particolareggiato, che la ditta ha il diritto di costruire e rispetto al quale il Comune non può permettersi una causa, che perderebbe certamente, con gravi esborsi di denaro pubblico. Il terreno che viene sottratto alla scuola rappresenta un problema oggettivo al quale abbiamo cercato di trovare una soluzione alternativa, con la riqualificazione del resto del cortile. Nell’assemblea, dai toni a volte duri, sono venute fuori molte proposte.

A questo punto abbiamodeciso di istituire un “tavolo tecnico” – che si riunirà mercoledì 1° giugno – per studiare soluzioni alternative». Concludono i genitori: «Siamo soddisfatti della decisione di ritrovarci con i tecnici per discutere soluzioni alternative: non vorremmo però che ci fossero delle preclusioni sul fatto che si può collegare il condominio con una strada che potrebbe salvare la tranquillità dei bambini e lo stesso verde della scuola materna».

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba