Al liceo Govone mostra e conferenza su Albert Camus

ALBA Nel Giorno della memoria, mercoledì 27 gennaio, il liceo classico internazionale Giuseppe Govone di Alba, in collaborazione con l’Alliance française di Cuneo, ricorderà con una mostra multimediale la figura di Albert Camus, premio Nobel della letteratura nel 1957. La scelta di Camus mette in evidenza l’impegno dello scrittore «al servizio di coloro che subiscono la storia» e in difesa dei valori umani. L’esposizione sarà presentata nella biblioteca del liceo, alle 17, dal preside Luciano Marengo e ha per titolo Camus on line.

Albert_Camus_1Allestita nella biblioteca della scuola, si snoda in un percorso sulla vita e l’impegno di Camus: da Le premier homme a L’étranger, da La peste a Les justes, a La chute, fino all’eredità culturale lasciata dallo scrittore morto nel 1960. La mostra è interattiva: ogni pannello è contrassegnato da un Qr code, avvicinando al quale il proprio smartphone il visitatore potrà aprire documenti, fotografie e video con letture dalla voce di Camus. Nell’ambito della presentazione un gruppo di allievi del liceo leggerà alcuni passi dello scrittore che, davanti al male del mondo, si schiera dalla parte dei più deboli perché «negli uomini ci sono più cose da ammirare che da disprezzare». L’esposizione resterà aperta al mattino, su prenotazione, fino al 15 febbraio.
<EM>La Giornata della memoria sarà celebrata dal liceo Govone anche con la conferenza introduttiva Albert Camus, mémoire de la Méditerranée, che si svolgerà al mattino nella sala conferenze del Seminario e sarà dedicata agli studenti delle superiori.
<EM>Relatrice sarà Yvonne Fracassetti, studiosa dell’opera di Albert Camus – uno dei massimi rappresentanti dell’Esistenzialismo con Jean-Paul Sartre e Simone de Beauvoir – e autrice di numerosi saggi critici.

Banner Gazzetta d'Alba