Bra è sempre più capolista

Trezzano – Bra 0-1

Bra: Maio, Pernice, Valeriano, Anderson, Briano, Giacomoni, Barbaro (dall’85’ Barrella), Galfrè, Diagne, Baldi (dall’89’ Ciccomascolo), Masi (dal 62’ Beltrame). Allenatore: Daidola.

Eadesso viene il bello. A 360 minuti dalla conclusione della serie D, il Bra si trova a un passo dal sogno: vincere il campionato e salire, per la prima volta, tra i professionisti nell’anno del proprio centenario.

Dopo la sconfitta col Derthona, i giallorossi hanno piazzato due vittorie pesanti a cavallo di Pasqua: venerdì 28 marzo hanno battuto al Madonna dei fiori il Sestri Levante per 3-0 e domenica 7 aprile hanno espugnato il campo del Trezzano per 1-0. Così facendo il primo posto dei braidesi è sempre più blindato e a 4 giornate dalla fine il traguardo si fa sempre più vicino. Ora la squadra di Daidola ha 4 punti di vantaggio sulla Lavagnese (65 contro 61, dopo 30 giornate), ben 6 sul Santhià e 7 sul Chieri. «Può ancora succedere di tutto», commenta il tecnico del Bra, «ma il destino è nelle nostre mani». La febbre promozione è alta sotto la Zizzola, si sta già ragionando sui programmi, e nella partita casalinga di domenica 14 contro l’Asti potrebbe essere messo un altro tassello pesante nella corsa verso la Lega Pro, considerando lo scontro diretto tra Lavagnese e Chieri.

Dopo aver superato il Sestri Levante con un gol di Masi e la doppietta del “solito” Diagne, il Bra ha concesso il bis nella difficile trasferta in Lombardia. Contro la penultima della classe, i giallorossi sono stati bravi a non farsi prendere dall’ansia dopo un primo tempo ostico e poi a trovare il gol con Baldi al 61’. L’attaccante si accentra dalla fascia destra e con un mancino a giro non lascia scampo a Sorriente per il gol che vale il 19° successo in campionato. I braidesi, però, hanno dovuto soffrire all’ultimo per l’espulsione al 72’ dell’attaccante Diagne per una doppia ammonizione accumulata in appena 17 minuti. Il Trezzano attacca, scheggia un palo e sembra mettere in difficoltà i giallorossi, ma alla fine la vittoria è andata in porto e ora al Bra capolista mancano appena 360’ per coronare una strepitosa impresa.

La prossima tappa è la sfida sempre sentita con l’Asti, in piena bagarre playout: mancherà il bomber Diagne, tuttavia le soluzioni a Daidola non mancano.

Gianluca Oddenino

I risultati e le classifiche di calcio