Tartufo nero in vetrina ad “Alta Langa qualità”

CORTEMILIA Da sabato 22 a lunedì 24  giugno, i due borghi di  Cortemilia faranno da cornice  alla seconda edizione di  “Alta Langa qualità Fiera  del  tartufo nero, dell’alta Langa e  dei prodotti tipici”. Nella serata  di sabato 22, i protagonisti  saranno gli chef dei migliori ristoranti  e agriturismi di Cortemilia  che proporranno una cena  a base di prodotti tipici con  un filo conduttore che li unisce:  il vino brut “Alta Langa”,  il tartufo nero e le nocciole.

Domenica 23, l’attenzione  si sposterà nella contrada di  San Pantaleo, dove saranno  numerosi gli stand dei produttori  di formaggio, salumi, miele,  vino, nocciole, grappe, tartufi  e altre golosità. A fare da  cornice, numerose attrazioni  e incontri legati a sapori e antichi  mestieri, musiche tradizionali  e degustazioni. La Pro loco  organizzerà, nel chiostro  dell’ex convento francescano,  “Casa Piemonte”, il ristorante  dove apprezzare unmenùtipico  con tartufo nero estivo e  nocciole. Molte le attività collaterali:  il “giro del mondo in  nocciola” presso il Municipio  (alle 10.30 e alle 15); la caccia  al tartufo lungo il Bormida  (9.30 e 17); un incontro per conoscere  il Dolcetto dei terrazzamenti  a Palazzo Rabino alle 11.30; una mostra d’armi bianche;  il motoraduno del tartufo  con cinque spazi espositivi  per presentare le ultime novità  dal mondo delle due ruote.

Lunedì 24, il programma  prevede il concorso dedicato  al miglior piatto e dolce alle  nocciole d’Italia. Chef e pasticcieri  da tutta Italia si sfideranno  a suon di preparazioni a base  di nocciola “Piemonte Igp”.  La sezione “salata” del concorso  è suddivisa in varie categorie,  per ognuna delle  quali sono stati nominati  due chef: piatti di pesce (Vasco  Baldissero di Venezia e  Romano Rossi di Montalto Uffugo), antipasti (Massimo  Camia di Barolo e Giuseppe  Ricchebuono di Noli), primi  (Massimo Dellaferrera di  Serravalle Langhe e Franco  Cimini di San Giovanni in  Persiceto), secondi (Damiano  Nigro di Benevello e Giuseppina  Piccaluga di Cortemilia).  Per quanto riguarda i  dolci, essendo categoria unica,  ci sono quattro pasticcieri  in nomination: Paolo Griffa  di Verbania, Annalisa Duò  di Torino, Antonio Raffaele  di Lecce e Mauro Nicastri di  Villanova d’Asti.

Anticipa il sindaco Graziano  Maestro: «Abbiamo prodotti  di altissima qualità sui  quali vogliamo lavorare. Siamo  convinti che questo genere  di manifestazioni aiuterà  la crescita dell’alta Langa  dal punto di vista turistico». Aggiunge Carlo Zarri, consigliere  comunale e coordinatore  dell’evento: «È nostra intenzione  coniugare la genuinità  e il valore dei prodotti locali  col turismo per rivalutare  gli sforzi dei piccoli produttori  che proseguono le  tradizioni dei nostri nonni». Fabio Gallina