Festa e medaglie per 180 donatori Fidas ceresolesi

CERESOLE. Tante medaglie e tanti riconoscimenti per i donatori di sangue Fidas di Ceresole, un gruppo particolarmente attivo che conta 180 donatori e che lo scorso anno ha sfiorato le 300 donazioni.

Il presidente Marco Beltrando ha ringraziato i molti collaboratori volontari e la casa di riposo, che fornisce i locali per le donazioni. Di seguito le consegne di 9 diplomi di merito, 18 medaglie di bronzo e 8 medaglie d’argento. Le prime medaglie d’oro sono andate a Stefano Antonioli con 51 donazioni, Livio Gerbaudo (53) e Giovanni Paolo Gioda (50). Seconda medaglia d’oro a Domenico Fabrizio Nota (80). Terza medaglia d’oro ad Alessandro Mossino (101). Una targa di benemerenza è stata assegnata a Riccardo Burzio che ha raggiunto le 106 donazioni. Particolarmente emozionante la consegna di due targhe ricordo; la prima in memoria di Angelo Luchetti, scomparso quest’anno, che aveva conseguito due medaglie d’oro, la seconda in memoria del giovane e assiduo donatore Daniele Maina, scomparso recentemente. Alla festa, che si è conclusa con il pranzo, hanno partecipato diverse delegazioni del Roero e di Carmagnola.

m.b.