Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Mi maschero da masca al castello di Barolo

BAROLO. Se in America c’è “dolcetto o scherzetto”, in Langa si fa “masche e minestre”. Torna al Museo del Vino di Barolo “Mi maschero da masca”, iniziativa tutta riservata a bimbi e famiglie in occasione dell’evento più pauroso dell’anno inventato oltreoceano.

Ma la masca, leggendaria fattucchiera di Langa protagonista delle veglie e delle letture in campagna in tempi neanche tanto lontani, quest’anno si presenta al castello Falletti in una veste del tutto nuova e un po’ appesantita.

L’iniziativa, in collaborazione con Oz (Officine-Zeta), si terrà giovedì 29 ottobre alle 17 nelle sale del Museo del Vino. Una paffuta strega farà il suo ingresso e racconterà di come, neanche con la magia, si riesca a far mangiare la minestra ai bambini. Soprattutto a quelli che dicono di non aver paura delle masche.

Un pomeriggio divertente, in cui ci sarà spazio anche per il dolcetto, con la merenda offerta a tutti i partecipanti, e lo scherzetto, con un buffo finale della storia. E per sconfiggere le streghe della notte di Halloween, ogni bambino potrà costruire – e portare a casa – una bacchetta da mago.

L’evento è consigliato ai bimbi dai 5 ai 10 anni. Costo 3 euro a bambino. L’attività è realizzata da Barolo & Castles Foundation in collaborazione con Oz, spazio sperimentale di lettura, creatività e manualità, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.