Le colline davanti. In San Domenico la mostra di Tullio Pericoli

ALBA La chiesa di San Domenico è la sede di una mostra che rimarrà aperta nel corso della Fiera del tartufo. Il maestro di quest’edizione è Tullio Pericoli, che esporrà 85 nuovi lavori ispirati a Langhe, Roero e Monferrato: “Le colline davanti” è il titolo scelto. L’inaugurazione sarà oggi, sabato 23 settembre, alle 17.30.

I paesaggi vitivinicoli sono patrimonio mondiale dell’umanità Unesco e sono stati disegnati e dipinti dal celebre artista, con varie tecniche, dall’inchiostro all’olio. Pericoli arrivò a conoscere la nostra zona grazie all’amicizia con Giorgio Bocca, che nelle Langhe era di casa. «Lo accompagnavo ogni tanto alla ricerca di vini, e coglievo nei suoi occhi, quando arrivavamo davanti a questi paesaggi, uno sguardo d’amore. Un invito recente mi ha spinto a tornarci e a rivedere queste terre attraverso i miei attrezzi: gli occhi, la mano, la matita, i pennelli», ha scritto Pericoli. Nelle opere – su tela, carta e tavola – l’uomo e i segni che lascia, le case e le strade, sono assenti, come i dipinti fossero un invito a meditare sulla presenza umana nella natura.

Per la mostra sarà pubblicato, da Skira, il catalogo Le colline davanti. Viaggio nelle terre di Langhe, Roero e Monferrato con saggi di Giuseppe Montesano, Giovanni Romano, celebre storico dell’arte, e Piercarlo Grimaldi, già rettore dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo.

Tullio Pericoli, pittore e disegnatore, è nato a Colli del Tronto nelle Marche nel 1936 e dal 1961 vive a Milano. La mostra è stata promossa dall’Amministrazione comunale e dall’ente Fiera del tartufo con il sostegno di enti pubblici e privati. L’allestimento è stato realizzato con la preziosa collaborazione di The colour soup e della fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero.
Nella mostra sarà presente anche un video, ideato da Francesca Priori e realizzato da Tiwi per Sky arte, con la collaborazione di Alberto Lavezzo e musiche di Andrea Basevi.

La mostra resterà aperta dal 24 settembre al 26 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 17; al sabato e alla domenica dalle 10 alle 18.30. L’ingresso sarà gratuito. Per informazioni è possibile telefonare al numero dell’ente Fiera del tartufo: 0173-36.10.51.