Verticalizzazione: a Bra le scuole riaprono con due istituti comprensivi

BRA Ai blocchi di partenza i due neonati istituti comprensivi di Bra, frutto delle riforme della scuola previste su scala nazionale.
Le scuole “verticalizzate” accorpano sotto un’unica direzione tutti i cicli di scuola dell’obbligo, dall’infanzia alle secondarie di primo grado, cioè le medie. Come anticipato nelle scorse settimane, sono pienamente operativi i due istituti con due sole segreterie, didattiche e amministrative, a cui faranno riferimento docenti, insegnanti e alunni.
Bra uno, l’ex primo circolo, con sede negli uffici ubicati alle Maschili (via Vittorio Emanuele 200), gestirà la scuola media Piumati di via Barbacana insieme alle scuole dell’infanzia Collodi (piazza Valfrè), Gina Lagorio (Bescurone), centro storico (Sant’Andrea) e le primarie Edoardo Mosca (tempo pieno, via Montegrappa) e Rita Levi Montalcini (via Vittorio Emanuele 200).
Bra due (già secondo circolo) si occuperà, dalla segreteria di largo Europa, della scuola media Dalla Chiesa (via Edoardo Brizio), insieme alle scuole dell’infanzia e primarie situate nei quartieri e nelle frazioni (Bandito, Pollenzo, Riva, San Michele), agli asili Montecatini (via Piumati), Rodari (via Ospedale) e alle primarie Don Milani (Veneria) e Gioetti (Madonna dei fiori).
Confermati i dirigenti scolastici: Giuseppe Giacone (che aveva in reggenza la media unificata) si occuperà dell’istituto comprensivo Bra uno, Tarcisio Priolo, già in assegnazione provvisoria, assume la titolarità di Bra due ed è stato nominato reggente anche all’istituto comprensivo Sebastiano Taricco di Cherasco dove era, fino all’anno scorso, titolare.

Le lezioni inizieranno l’11 settembre

Le lezioni in tutte le scuole inizieranno l’11 settembre con orari e modalità diversi stabiliti da scuola a scuola e saranno sospese venerdì 15 in concomitanza della manifestazione Cheese.
Per quanto riguarda le scuole superiori, il nuovo anno scolastico vede partire il primo corso di liceo delle scienze umane al Giolitti-Gandino di via Fratelli Carando. La classe, una delle dieci prime al via, conta ben trentuno iscritti; l’indirizzo era stato fortemente voluto anche a seguito della chiusura del liceo paritario San Giuseppe, istituto che fino allo scorso anno aveva proposto questo percorso di studi rivolto in particolare all’insegnamento. Una petizione di genitori aveva chiesto l’attivazione del corso.
Anche quest’anno i liceali si divideranno tra la sede centrale e la succursale di via Serra nei locali delle ex medie Craveri.
La dirigente, Francesca Scarfì, si occuperà anche della direzione didattica dell’istituto comprensivo di Sommariva Perno. Confermata, alla guida degli istituti tecnici Mucci e Guala (reggente), la dirigente Brunella Margutta.
Nelle prossime settimane ripartiranno pure le attività del ristorante didattico della scuola professionale di via Craveri dell’istituto Mucci, mentre studenti sia del Mucci che del Guala saranno impegnati in progetti di scambio con l’estero.
Erica Asselle