La Polizia municipale montatese è ora a pieno organico

I vigili montatesi, da sinistra: Franco Calorio, Pierlorenzo Caranzano, Pasqualina Blasi e Omar Sibona.

MONTÀ La sicurezza affidata ai tre vigili urbani e al loro comandante
Novità in vista alla Polizia municipale montatese. Il comandante Pierlorenzo Caranzano riassume: «Due anni fa, dopo il pensionamento dell’amministrativa Rita Calorio, avevamo “prestato” l’ispettore Pasqualina Blasi al Comune. Poi un anno fa è andato in pensione l’ispettore Nicola Vecchio, rendendo necessario un reintegro al nostro Corpo».

Da allora sono passati 12 mesi. Come mai, Caranzano?
«Abbiamo dovuto verificare se da altri enti ci fosse qualcuno disposto a trasferirsi a Montà. Il problema si è risolto quando una dipendente del Comune di Corneliano, Daniela Rizzo, ha accettato. È stato quindi possibile reintegrare l’ispettore Blasi. Sono contento poiché la carenza di personale provoca dei disagi. Negli ultimi due anni siamo passati da 5 a 3 operatori, di cui uno part-time, nonostante il lavoro non sia diminuito. Mi fa piacere, inoltre, reintegrare un ispettore con 21 anni di esperienza, in sintonia con i colleghi. Per cui possiamo riprogrammare subito l’attività da svolgere».

Questo comporterà cambiamenti o nuove strategie? «Al momento no, perché rispetto a prima ci occupiamo solo di Montà e non più di Santo Stefano Roero, Ferrere, Cisterna e Pralormo, in quanto le convenzioni sono state sciolte. Siamo nei parametri di legge richiesti (un vigile ogni mille abitanti) e quindi possiamo organizzare nelle 12 ore giornaliere di servizio un’attività che, oltre a coprire i vari settori istituzionali (scuole, mercati, accertamenti, notifiche), ci consente di potenziare il servizio esterno, in particolare quello di polizia stradale».

Come si struttura il vostro orario di lavoro?
«È prevista una copertura del servizio dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 19.30 e alla domenica dalle 7 alle 13. Quando necessita, ovviamente, può essere esteso. Sono convinto che questa ottimizzazione dei servizi sia vantaggiosa per la popolazione e ripaghi anche gli sforzi e gli investimenti che l’Amministrazione ha sempre profuso in tema di sicurezza. Vorrei ringraziare i miei collaboratori, Pasqualina Blasi, Franco Calorio e Omar Sibona, per il prezioso contributo e per l’impegno che hanno sempre dimostrato in tutti questi anni».

Giorgio Babbiotti