Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Fabbro di Montà ha perso la vita in un incidente sul lavoro a Poirino

Immagine d'archivio.

MONTà Si chiamava Michelino Casetta e risiedeva a Montà, in borgo San Rocco, l’uomo di 66 anni che questa mattina, 14 marzo, ha perso la vita in un incidente sul lavoro avvenuto nello stabilimento  della ditta BL di Poirino.

Michelino Casetta, noto in paese come il fabbro di San Rocco, si trovava presso l’azienda che si occupa di  verniciature industriali e sabbiatura di materiali ferrosi, sembra per ritirare delle travi che aveva portato a verniciare.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo stava caricando delle travi di ferro su un camion ma avrebbe perso l’equilibrio, sarebbe scivolato e le travi lo avrebbero travolto, colpendolo alla testa e uccidendolo sul colpo.

Immediato l’allarme lanciato dagli operai, che hanno chiamato la Croce rossa , ma, purtroppo, i soccorsi prestati dai sanitari del 118 sono stati inutili. Nello stabilimento industriale al numero 69 di strada Savona sono intervenuti i Carabinieri e i funzionari dello Spresal, per effettuare gli accertamenti di rito, tutt’ora in corso.

Michelino Casetta lascia la moglie Mariuccia e due figli, già adulti, Alessandro e Daniele, che lavorava con lui nella carpenteria metallica di famiglia e che nel 2016 era stato eletto vice presidente nazionale del Movimento giovani imprenditori di Confartigianato.

v.p.