Nella sagra settembrina mostre, teatro, musica, arte e letteratura

Tre attori della compagnia montatese L'angelo azzurro durante una scena di D'amore non si muore

MONTÀ  La sagra settembrina montatese, giunta alla sua 54ª edizione, ritorna domani, venerdì 31 agosto. Per l’occasione, la Pro loco, come sempre, non ha lesinato sforzi per allestire un cartellone di tutto rispetto, come emerge dalle originali e accattivanti locandine in mostra un po’ ovunque nella sinistra Tanaro.

La festa si snoderà su dieci giornate. Venerdì, dalle ore 19 alle 22, apertura del “salotto”, enoteca dei vini montatesi, in piazza San Michele. Alle 22, in piazza Castello, i coscritti della leva 2000 invitano il pubblico a una serata di spettacolo in compagnia del Dj Wildstylez e di tanta buona musica.

Sabato 1° settembre, alle ore 16, inaugurazione della casa delle associazioni in via Roma e, dalle ore 19, nuovo appuntamento al salotto dei vini.

Domenica 2 alle ore 11, nella chiesa di San Michele, inaugurazione della mostra degli artisti montatesi, concomitante all’inaugurazione della pinacoteca Adelma Mapelli nei locali del Comune. Alle 11.30 inaugurazione dei nuovi locali della cucina Pro loco. Alle 21, in piazza Castello, si terrà la cerimonia conclusiva del premio Cocito, al quale Gazzetta d’Alba ha dedicato ampio spazio nel numero 32, in edicola da martedì 28 agosto. In piazza Castello, lunedì 3, la compagnia Angelo azzurro con Lee fly music metteranno in scena lo spettacolo D’amore non si muore.

«Organizzare una festa al giorno d’oggi», ricorda Luisa Casetta, presidente della Pro loco, «comporta sforzi e costi notevoli. Pertanto, vorrei ringraziare quanti, a vario titolo, hanno dato una mano. Speriamo di essere riusciti a proporre un cartellone con tanti eventi in grado di soddisfare i gusti di montatesi e turisti. Siete tutti invitati a questa rassegna popolare per trascorrere qualche ora in allegria». Sul prossimo numero di Gazzetta illustreremo il programma della seconda settimana della sagra settembrina montatese.

g.ba.