Alba è tra le prime 7 città italiane a firmare l’appello Onu a favore dei rifugiati

Con il decreto Salvini crescono gli irregolari 1

BRUXELLES Alba, Bergamo, Bologna, Milano, Napoli, Palermo e Torino: sono le città italiane che hanno già aderito alla campagna #WithRefugees dell’Unhcr, che vuole esprimere la propria solidarietà verso i rifugiati. In vista della Giornata mondiale a loro dedicata, che si celebrerà il 20 giugno, già oltre 150 città nel mondo hanno sottoscritto l’appello lanciato dalle Nazioni unite a favore di chi trova asilo in un altro Paese per sfuggire a guerre, persecuzioni e povertà.

«Noi, sindaci e autorità locali di tutto il mondo, stiamo dalla parte dei rifugiati. Il ruolo che città e province giocano nel creare comunità inclusive e nell’alimentare la speranza non è mai stato così importante», si legge nella dichiarazione comune. «L’accoglienza dei rifugiati crea opportunità di crescita economica, civile e sociale. La varietà di esperienze e di idee portate dai rifugiati favorisce creatività e innovazione», continuano i primi cittadini, che citano come esempi positivi lo scienziato Albert Einstein e il cofondatore di Google Sergey Brin. «Le soluzioni alle crisi di rifugiati vengono innanzitutto sviluppate a livello locale e necessitano del contributo di tutti: città, quartieri, e individui», afferma l’appello, che rimane aperto a ulteriori sottoscrizioni.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba