Fiera delle terre rosse a Ceresole

CERESOLE Ottima cornice di pubblico per la quinta edizione della Fiera delle terre rosse, tenutasi nel fine settimana appena trascorso. La rassegna, che ha proposto la collaborazione con Cervere, ha avuto inizio nella serata di venerdì con il primo incontro dei “Notturni nelle Rocche”.

Il sabato ha proposto varie iniziative: eventi sportivi come la Straceres o il trofeo di bocce “Terre rosse”, laboratori, una mostra fotografica, e il tutto si è concluso con l’evento musicale Groovejet.

La domenica ha rappresentato la giornata clou: alcune iniziative, come le visite al castello, la mostra zootecnica, il raduno di auto storiche e sportive e le bancarelle dei Sapori e del Gusto hanno coperto l’arco dell’intera giornata. In mattinata è stata inaugurata la Fiera e, a margine della cerimonia, è avvenuto l’incontro per il gemellaggio tra il comitato ceresolese della Protezione Civile e una rappresentanza di Vigili del fuoco in congedo di Lercara Friddi: «Siamo stati a Lercara nell’ottobre scorso – ha dichiarato Matteo Sona, ex vice-sindaco e ora consigliere comunale – e abbiamo voluto ricambiare invitando a Ceresole una loro delegazione, per far conoscere il territorio e le specialità ceresolesi, come la tinca e gli asparagi».

Ottimo seguito ha avuto anche la rievocazione della battaglia del 1544: nel pomeriggio si sono dunque esibiti il gruppo sbandieratori Borg patin e tesor di Alba, che si è esibito in perfomances degne dei migliori palii su un percorso ad anello che ha toccato le tre principali piazze del paese, e l’associazione Le Spire del Lupo, protagonista di uno spettacolo tematizzato sulla battaglia, che ha anche visto la partecipazione di alcuni spettatori. La Fiera si è conclusa con l’Osteria delle Terre Rosse, che ha proposto alla cittadinanza le specialità locali, e con Sonia De Castelli ad intrattenere la serata.

Dennis Bellonio

Banner Gazzetta d'Alba