Il Sentiero dei frescanti si arricchisce con la cappella di San Ponzio

ARTE Il Sentiero dei frescanti, il progetto che punta a valorizzare le bellezze dei paesi del Roero, ha ottenuto un secondo contributo dalla fondazione Cassa di risparmio di Cuneo pari a 25mila euro.  L’iniziativa, partita con un primo contributo della fondazione per 20mila euro, aveva messo le basi per la realizzazione di un percorso culturale tra alcune delle più belle opere d’arte della sinistra Tanaro. I punti d’interesse selezionati per far parte del progetto sono: gli affreschi della cappella gentilizia nel castello di Magliano Alfieri, la chiesetta di San Michele a Santo Stefano Roero, la chiesa dell’Annunziata a Guarene, la chiesa di San Bernardo di Chiaravalle a Castagnito, la cappella di San Servasio a Castellinaldo, il palazzo comunale di Ceresole con gli affreschi provenienti dalla cappella della Madonna del buontempo, il santuario della Madonna dei boschi a Vezza e la confraternita di San Francesco a Santa Vittoria. Il progetto ha permesso anche la realizzazione di un sito web dedicato al percorso e materiale informativo.

Commenta l’architetto Silvana Pellerino, referente del progetto: «Il nuovo contributo ci permetterà di ampliare il progetto, inserendo anche la cappella di San Ponzio a Monticello, che presenta affreschi datati tra il decimo e il quattordicesimo secolo. In questo modo i paesi coinvolti saliranno a nove. Grazie a questo contributo, inoltre, punteremo ancora di più sulla promozione, con la realizzazione del sito in lingua inglese, la redazione di comunicati, la produzione di altro materiale promozionale».

Aggiunge il consigliere della fondazione Giorgio Garelli: «La fondazione Crc ha scelto di sostenere nuovamente questo progetto perché punta a riscoprire le bellezze di un intero territorio creando una crescita globale a livello culturale, turistico e, di conseguenza, anche economico».

Alessia Maria Alloesio