Un omaggio natalizio per il personale e i collaboratori dell’Asl Cn2

Un omaggio natalizio per personale e collaboratori dell'Asl Cn2

ALBA La Fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra Onlus, con un omaggio natalizio, frutto della collaborazione con il Consorzio per la tutela dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg e la Galup, consegnato venerdì 18 dicembre presso l’ospedale Ferrero di Verduno, augura buone feste a tutti i dipendenti e i collaboratori dell’Asl Cn2, ringraziandoli per il loro impegno in questo anno difficile, ma ricco di soddisfazioni per l’apertura del nuovo bellissimo ospedale. «Questo 2020 sta finalmente volgendo al termine. Sono stati mesi duri, intensi, interminabili. Mesi che ci hanno fatto comprendere quanto sia essenziale lavorare insieme», commenta Bruno Ceretto, presidente della Fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra. Aggiunge Ceretto: «L’ospedale Michele e Pietro Ferrero è l’ospedale per cui abbiamo lavorato fin dalla nostra nascita. È il nostro ospedale e siamo fieri che sia entrato in attività. Mi rivolgo al personale: abbiamo bisogno del vostro contributo per migliorarlo. Perché tutto è migliorabile. Per usare al meglio le sue tecnologie e innovazioni dono dei fondi raccolti grazie alla generosità del territorio; ma soprattutto per ragionare insieme sul suo futuro, affinché divenga luogo di lavoro e di cura caratterizzato da disponibilità, umanità e qualità nei servizi».

Un omaggio natalizio per personale e collaboratori dell'Asl Cn2 1

Al terzo piano del nuovo ospedale di Verduno, in rigoroso rispetto del distanziamento sociale e delle disposizioni di legge, è stata consegnata, ai vari servizi dell’Asl Cn2, una bottiglia di Asti spumante e un panettone in edizione speciale realizzata per l’occasione per i 2.500 dipendenti e collaboratori, da una delegazione del Consiglio di amministrazione della Fondazione (Bruno Ceretto, presidente; Dario Rolfo, vicepresidente; Carlo Porro e Sandra Lesina Vezza, consiglieri d’amministrazione) in presenza di Luigi Genesio Icardi, assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Massimo Veglio, direttore generale Asl Cn2 e Mauro Noè, presidente della Conferenza dei sindaci, oltre a Romano Dogliotti, presidente del Consorzio per la tutela dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg, Giuseppe Bernocco presidente di Galup e Franco Allasia titolare di Ondalba Spa.

Un omaggio natalizio per personale e collaboratori dell'Asl Cn2 2

«L’omaggio natalizio vuole essere un gesto di condivisione che ci fa sentire ulteriormente vicini, ancora più uniti, nella difesa della salute di tutti», dice Luciano Scalise, direttore della Fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra. Conclude Scalise: «Un simbolico augurio, che riconosce l’impegno di ciascuno e ribadisce la necessità di lavorare insieme. Unione che ha caratterizzato la nostra Fondazione sin dall’inizio nel 2008, ma che dal 19 luglio 2020, dal giorno di avvio in piena operatività del nuovo ospedale “Michele e Pietro Ferrero” a Verduno, ci vede ancor meglio lavorare fianco a fianco su obiettivi e spazi comuni. Ancor più in questo periodo di emergenza sanitaria. Mai ci saremmo immaginati di combattere una battaglia contro un nemico invisibile che ha condizionato le nostre vite, esercitato pressione sulle strutture sanitarie assistenziali e messo a dura prova tutti gli operatori. Noi, della Fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra, abbiamo fatto il possibile per proseguire il nostro impegno a fianco degli operatori sanitari del nostro territorio che tutt’ora continuano ad affrontare l’emergenza Covid-19». Si ringraziano il Consorzio per la tutela dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg, la Galup e Ondalba Spa per aver contribuito alla realizzazione di questa iniziativa.

Banner Gazzetta d'Alba