Tagli al sociale, Sportiamo dovrà aumentare le quote

Sportiamo è un’associazione di volontariato nata nel 2004 dall’esigenza di alcune famiglie con figli disabili, che terminati gli studi hanno tanto tempo libero. Appartenere a Sportiamo vuol dire non essere soli, non essere esclusi, ma essere accolti con amore.

Di anno in anno le adesioni sono aumentate, si sono aggiunte persone con patologie diverse e di qualsiasi età, così l’Associazione è diventata una grande famiglia. Sono 70 gli atleti che fanno attività sportiva e si aggiungono sempre dei nuovi iscritti. Sportiamo coordina per loro dei corsi che frequentano regolarmente ogni settimana e dove sono seguiti da tecnici preparati ognuno nella propria disciplina.

Nelle attività di gruppo gli istruttori sono affiancati da un buon numero di volontari che hanno un ruolo fondamentale. Durante l’anno un bel gruppo di atleti partecipa alle diverse gare organizzate dal Cip (Comitato italiano paralimpico) a livello locale, regionale e nazionale. Non mancano poi tanti momenti di aggregazione per stare insieme con le loro famiglie, i volontari e i simpatizzanti.

«L’obiettivo principale per il quale lavoriamo», dice la presidente Francesca Tortone, «è promuovere lo sport perché si sentano sempre più parte di una “squadra”. Al momento dell’iscrizione, come benvenuto, regaliamo come segno di appartenenza la tuta e la maglietta o per chi va in piscina il costume, l’accappatoio e il borsone con il logo di Sportiamo. Tutto questo è stato possibile grazie al sostegno economico di Comune, Provincia, Regione e del Csv. Ora, si cambia? In questi anni abbiamo cercato di favorire il disabile e le famiglie contenendo i costi per dare la possibilità di praticare una o più attività sportive. A causa dei forti tagli operati dalla Regione nel 2010, a settembre saremo costretti ad aumentare il tesseramento annuale e le quote per ogni attività, non potremo più fornire l’abbigliamento e inoltre per le trasferte delle gare non sarà più possibile pagare il pullman e rimborsare le spese all’atleta».

Sportiamo cerca degli sponsor per sostenere le molteplici spese, altrimenti la triste prospettiva è di eliminare le attività più costose come il tennis e l’ippoterapia. Per sostenere l’associazione si può donare il 5 per mille con la dichiarazione dei redditi, inserendo nell’apposito riquadro il codice fiscale 91023470049. Inoltre si può diventare socio sostenitore o fare una donazione sul conto corrente: Cassa di risparmio di Bra, sede centrale, Iban IT56 TO6O 9546 0400 0001 538. Per contatti si possono chiamare i numeri 0172-44.687 oppure 333-34.27.354.

Lino Ferrero