Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Il Comitato è doppio

La vigilia elettorale, per il rinnovo del comitato di quartiere, si sta scaldando a San Cassiano. Il nuovo regolamento dei quartieri, approvato da pochi mesi, prevede l’azzeramento dei comitati esistenti e nuove elezioni per tutti. A San Cassiano il Comitato era stato rinnovato appena a gennaio 2010 e, con il presidente in carica Domenico Boeri, ha deciso di non partecipare a nuove elezioni non trovandosi d’accordo con l’Amministrazione – e l’accordo tra Sindaco e comitato uscente è previsto dal nuovo regolamento – per un rinnovo dopo neanche due anni di mandato.

«Con le votazioni del 20 novembre – spiega Roberto Rolfo, del Comitato promotore di San Cassiano – l’Amministrazione comunale permetterà a tutti i quartieri di farsi interpreti e promotori degli interessi dei cittadini. Abbiamo atteso sino all’ultimo giorno utile che il Consiglio dell’attuale Comitato con presidente Domenico Boeri, si organizzasse per procedere alle elezioni ma non essendo avvenuto ci siamo attivati per dar corso alle procedure di elezione del nuovo comitato di quartiere».«Ogni procedimento è stato svolto in conformità con il nuovo regolamento – spiega Rolfo – che ritengo essere un documento il quale permette a tutti i quartieri di essere riconosciuti, di potersi esprimere ed essere ascoltati in ugual misura. Ritengo che la scelta dell’election day per eleggere i direttivi, oltre a servire a un miglior coordinamento, è fondamentale per dare maggior risalto all’iniziativa in città».

«Abbiamo dato la nostra disponibilità a svolgere tutte le procedure per le elezioni al fine di evitare che il nostro quartiere rimanesse l’unico senza rappresentanza riconosciuta dall’Amministrazione », aggiunge Rolfo. Tutti i residenti maggiorenni di San Cassiano sono invitati a votare il 20 novembre dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 19 all’Alba village in corso Piave 219. Chiunque volesse candidarsi a questo servizio civico può dare la propria disponibilità presso l’Ufficio elettorale del comune entro il 4 novembre. «Ci auguriamo che la nostra zona sia rappresentata anche da giovani e da una notevole presenza di donne», conclude Rolfo.

b.b.