600 mila euro per la provinciale

È ancora presto per cantare vittoria, ma qualcosa, per quanto riguarda la messa in sicurezza della strada che collega Novello alla fondovalle Tanaro, si sta muovendo. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta provinciale ha approvato il progetto definitivo, dall’importo complessivo di 600 mila euro, per la mitigazione del rischio idrogeologico del tratto di strada presente nel Comune di Novello, lungo la strada provinciale 58. La stabilità dell’area è stata seriamente compromessa dalle piogge alluvionali del maggio 2008, che hanno causato numerosi cedimenti e dissesti al manto stradale.

Il piano di intervento appena vagliato dall’Esecutivo di Gianna Gancia prevede la realizzazione a valle di un muro di sostegno lungo circa 80metri che servirà a consolidare il terreno. Il responsabile del procedimento d’intervento, Giuseppe Giamello, ha spiegato che il muraglione sarà realizzato in calcestruzzo, avrà un’altezza di tre metri e poggerà su palificazioni dall’ampio diametro, che dovranno difendere la struttura e la strada dai movimenti franosi alimentati dalle piogge.

A fianco degli interventi per il sostegno stradale, si procederà a effettuare diverse opere di drenaggio a monte e alla realizzazione di alcuni pertugi perpendicolari alla strada, anche questi pensati per facilitare lo scolo delle acque piovane. Successivamente, si procederà al rifacimento completo del fondo stradale. Contestualmente, verranno concretizzate alcune opere complementari, tra cui l’installazione di barriere e segnaletiche e la messa a punto dell’area che circonda la strada.

Per quanto concerne i tempi, è difficile fare previsioni. Il progetto definitivo verrà ora inviato al commissario preposto, il quale dovrà esprimersi in merito, suggerendo eventuali osservazioni. In seguito, potrà essere redatto il progetto esecutivo e si potranno avviare le procedure necessarie per l’erogazione dei fondi. Per gli interventi, infatti, la Provincia può contare su uno stanziamento del Ministero dell’ambiente, il quale, al momento, non ha ancora materialmente assegnato la somma, mal’ha praticamente promessa, inserendo gli interventi in un proprio decreto.

Hanno dichiarato la presidente della Provincia Gianna Gancia e il vicepresidente Giuseppe Rossetto: «Si tratta di un intervento necessario per poter ripristinare la normale viabilità della zona dopo le frane e i gravi danni causati dal maltempo. Sono state svolte alcune indagini diagnostiche per verificare la consistenza e la stratigrafia del terreno ed è emerso come i lavori siano urgenti».

Enrico Fonte