Maxi operazione contro la Ndrangheta. Carabinieri in azione ad Alba e Cherasco

CRONACA È iniziata alle 4 di questa mattina, giovedì 3 maggio, una maxi operazione contro la Ndrangheta in Piemonte, avviata dal Nucleo investigativo del Comando provinciale astigiano  dell’Arma dei Carabinieri, che ha coinvolto anche l’Albese e il Cheraschese. 

Se in tutto il Piemonte sono stati impegnati oltre 300 militari, nel solo cuneese sono stati circa un centinaio.

Le perquisizioni mirate,  a carico di soggetti tutti già noti alle Forze dell’ordine, si sono svolte, nella Granda, in due città, in due paesi di medie dimensioni  e in un piccolo centro di Langa, portando a diversi arresti. I principali capi d’accusa contestati sarebbero estorsione, traffico di armi e di stupefacenti.

L’operazione di oggi, il cui nome in codice è Barbarossa, ha permesso di smantellare una “locale” della ‘Ndrangheta con base nell’astigiano e pericolose ramificazioni nella provincia di Cuneo.

A collaborare alle indagini, durate oltre due anni, anche la Direzione distrettuale antimafia di Torino. Dopo le 11,  dalla caserma dei Carabinieri Scapaccino di Asti verranno diffusi ulteriori aggiornamenti, di cui puntualmente vi daremo conto.

v.p.