Attraverso, ecco il festival delle colline Unesco

GRINZANE CAVOUR  Presentata la rassegna di fine estate in Langa, Roero e Monferrato
È stato presentato venerdì scorso a Grinzane, come nel 2016, Attraverso festival. È la rassegna progettata da Paola Farinetti con Produzioni fuorivia e Simona Ressico con Hiroshima mon amour per essere diffusa – 21 saranno i Comuni coinvolti in un raggio di 180 chilometri – e di lunga durata: l’anteprima è in programma per il 29 luglio, la chiusura il 10 settembre. Nell’Albese e nel Braidese gli spettacoli e i concerti toccheranno – in ordine alfabetico – Alba, Barbaresco, Bra, Grinzane, La Morra, Monforte, Monticello; nell’Astigiano Calamandrana, Nizza Monferrato, Canelli.

«È un festival non calato dall’alto, itinerante e un po’ zingaro», ha detto Farinetti. «Abbiamo coinvolto Comuni, Pro loco, associazioni nell’organizzazione». Una delle idee portanti è far conoscere luoghi ricchi, per esempio, di storia. Serravalle Scrivia è vicinissima alle rovine di Libarna, ma è conosciuta ai più per altri motivi: nelle piccole Pompei del Piemonte, evento piuttosto raro, sarà messa in scena la conferenza spettacolo di Steve Della Casa ed Efisio Mulas “Ercole alla conquista degli schermi” (25 agosto). Posti molto vicini anche per ragioni enoiche (vedi Gavi), o ideali, come Capanne di Marcarolo nel Comune di Bosio, dove nell’aprile del 1944 fu compiuta la strage della Benedicta. Ed è nell’Alessandrino che è prevista l’anteprima del festival, con “Tamburi di pace 2.0” di Paolo Rumiz e l’European spirit youth orchestra. Langhe e Roero ospiteranno concerti di grido, da quello di Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello a Grinzane (25 agosto), passando per l’attesa esibizione dei Baustelle, l’8 settembre nel parco della Zizzola a Bra, per finire alla serata di Cristiano De Andrè – teatro Giorgio Busca, 9 settembre – che canterà i capolavori del padre.

Alcuni appuntamenti saranno doppi, come quello che vedrà Gigi Garanzini e Gianni Mura in “Canzoni e pallini”, serata – il 2 settembre alla Mirafiore di Fontanafredda, in occasione di Spagna-Italia; il giorno successivo a Ovada – dedicata ai rispettivi libri di calcio e musica con l’intervento di Antonio Silva. A Barbaresco toccherà a Erri De Luca, con Gabriele Mirabassi e Roberto Taufic, oltre ad Ascanio Celestini per la Festa degli invincibili (26 agosto). In chiusura, ad Alba il 9 settembre, la Bernardina ospiterà Gianrico Carofiglio e Margherita Fenoglio per “Beppe Fenoglio e gli altri – da scrittori a personaggi”. Il romanziere ha chiamato il protagonista del suo romanzo Fenoglio.

Paolo Rastelli