Bastian contrari

Ha sollevato un polverone l’uscita del sottosegretario torinese Laura Castelli, rivolta ai ristoratori, invitati, stante il perdurare della crisi, a ipotizzare un cambio di mestiere. Come se fosse facile reinventarsi in questa pandemia sociale, seguita a quella sanitaria. Certo potrebbero aspirare al ruolo di viceministri al posto suo e probabilmente lo farebbero già meglio. Anche l’eurodeputato Gianna Gancia è finito sugli altari, o nella polvere, a seconda dei punti di vista: in un post si chiede, dopo un incipit rivendicativo della Lega che fu e i complimenti al Governo per il gran lavoro diplomatico sul recovery fund: «Cosa diranno ora Matteo e la Giorgia nazionale? Che spieghino agli italiani da dove avrebbero preso i soldi, loro». Viva l’onestà intellettuale e il coraggio di dire che il re sovranista è nudo, ma la prossima volta non cancelli subito, in modo da rendere il suo pensiero più credibile.

CONSIGLIO REGIONALE

In Edicola

Le inchieste di Gazzetta

Le inchieste di Gazzetta
Annunci Economici

Settimanali cattolici Fisc

Guarda lo spot

L’1 e 2 agosto si correrà il Rally di Alba. Dalla velocità di tante auto sembrava fosse già partito il 3 giugno, dopo il lockdown

Leggi tutti i Dito nell'occhio

L’editoriale di don Sciortino

Seguici su Facebook

VIDEO

Langhe & Roero

Cultura

Sport