Bastian contrari

Il 2021 inizia con la firma dei decreti attuativi fra Ministero e concessionario per la realizzazione dei conclusivi due lotti dell’autostrada Asti-Cuneo. Sono seguiti alla notizia i più disparati comunicati da esponenti di Governo e di opposizione: tutti rivendicano il merito e la primazia di intervento. Parliamo di trent’anni di attesa per novanta chilometri di strada e di altri quattro per completare il tratto restante, mentre nulla trapela sulle strategiche opere complementari. Per rendere l’idea, negli anni ’60 l’Autostrada del Sole, 800 km, fu terminata in 8 anni. Allora più che a un successo siamo di fronte a un fallimento politico complessivo, salvo i pochi che per pudore hanno taciuto. Bastava una laconica frase bipartisan: «Chiediamo umilmente scusa del ritardo».

Consiglio Regionale Piemonte

In Edicola

Le inchieste di Gazzetta

Le inchieste di Gazzetta
Annunci Economici

Settimanali cattolici Fisc

Guarda lo spot

Alba, gli albergatori potranno pagare la “tassa soggiorno” a rate trimestrali, anche perché i turisti, causa Covid-19, arrivano ormai a rate annuali

Leggi tutti i Dito nell'occhio

Seguici su Facebook

VIDEO

Langhe & Roero

Cultura

Sport